RISORSE GRATUITE

ANALISI CICLICA – WEBINAR GRATUITO DEL 25 SETTEMBRE 2017

Posted by:

ARGOMENTI TRATTATI:

*LA TEORIA DEI CICLI
*COME SI IDENTIFICANO I CICLI DI MERCATO
*CICLI SUPERIORI E CICLI INFERIORI
*OPERARE IN TENDENZA CON IL CICLO SUPERIORE

Approfondiremo gli aspetti legati al trading attraverso strumenti esclusivi realizzati appositamente per il corso:

*UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA GRATUITA TRADING VIEW *PER TRACCIARE GLI ARCHI CICLICI
*UTILIZZO DELL’INDICATORE PER METATRADER 4 “HURST CYCLES INDICATOR
*FUTURA LINEA DI DEMARCAZIONE COME SEGNALE DI ENTRATA

A VOI IL VIDEO

Link per scaricare il CALCOLATORE CICLI TRASLATI

 

A differenza della maggior parte degli altri servizi, dimostro con un diario certificato myfxbook di lavorare con la tecnica che insegno nel mio “programma trader”
NEL TRADING CONTANO I RISULTATI DIMOSTRABILI!


 

IL MIO DIARIO CERTIFICATO

0

ANALISI CICLICA – WEBINAR GRATUITO

Posted by:

In questo webinar gratuito, trovi le basi per poter operare con l’analisi ciclica.

Nel dettaglio verranno trattati i seguenti argomenti:

  1. LA TEORIA DEI CICLI
  2. COME SI IDENTIFICANO I CICLI DI MERCATO
  3. CICLI SUPERIORI E CICLI INFERIORI
  4. OPERARE IN TENDENZA CON IL CICLO SUPERIORE
  5. UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA GRATUITA TRADING VIEW PER TRACCIARE GLI ARCHI CICLICI
  6. UTILIZZO DELL’INDICATORE PER METATRADER 4 – HURST CYCLE INDICATOR
  7. FUTURA LINEA DI DEMARCAZIONE COME SEGNALE D’AVVISO

Scarica il CALCOLATORE FLD

A VOI IL WEBINAR (Durata 58:31m)

 

A differenza della maggior parte degli altri servizi, dimostro con un diario certificato myfxbook di lavorare con la tecnica che insegno nel mio “programma trader”
NEL TRADING CONTANO I RISULTATI DIMOSTRABILI!


 

IL MIO DIARIO CERTIFICATO

0

MONEY MANAGEMENT – BASI ECONOMICHE E GESTIONE DEL CAPITALE NEL FOREX

Posted by:

In questo webinar gratutito conoscerai le basi economiche e di gestione del capitale nel Forex.

Sono informazioni spesso tralasciate e paradossalmente non spiegate nella maggior parte dei programmi di formaizoni.

Quanto vale un pip? Ha un valore fisso o varia da cambio a cambio? Come si calcola il suo valore?

La leva che mi fornisce un broker è quella che uso ad ogni trade?

Come si calcola la size corretta per entrare a mercato e ancora cos’è il margine e come faccio a sapere quanto un broker mi trattiene per ogni operazione?

Queste sono solo alcune dell informazioni che troverai in questo webinar e sono sicuro che alcuni argomenti anche tu li ignori.

Sono sicuro che troverai interesante le informazioni che come sempre gratuitamente ho deciso di condividere.

ARGOMENTI TRATTATI

  • Cos’è un pip
  • Dimensione di un contratto
  • Qaunto vale un pip e come si calcola il suo valore
  • Leva finanziaria cos’è?
  • Margine che cos’è?
  • Margine disponibile
  • Leva e margine
  • Rischio per operazione
  • Calcolo della dimensione del cotratto (size)
  • Money Managenent
  • Rapporto rischio rendimento
  • Più pips faccio più guadagno?
  • Conclusione

A VOI IL WEBINAR 

 

 

A differenza della maggior parte degli altri servizi, dimostro con un diario certificato myfxbook di lavorare con la tecnica che insegno nel mio “programma trader”
NEL TRADING CONTANO I RISULTATI DIMOSTRABILI!


 

IL MIO DIARIO CERTIFICATO

0

CALCOLARE IL VALORE DI UN PIP

Posted by:

Il Pip (Percentage In Point), è l’unità di misura utilizzata nel forex.
Rappresenta la variazione minima che una coppia o un cross di valute,  puo’ subire.

E’ un valore molto importante da conoscere, perché rappresenta la base del Money Management.

Purtroppo, la maggior parte dei trader non sa come si calcola tale valore, e quindi attribuisce un valore medio al Pip di circa 10$ per lotto, o addirittura, entra a mercato con una size fissa.

Questo alla lunga, porta a rischiare troppo per ogni singola operazione, e si rischia di perdere il controllo del proprio capitale.

DETTAGLI

VALUTE CON DENOMINATORE USD

ES:
GBPUSD, AUDUSD, EURUSD Ecc.

Valore del pip (per ogni lotto standard)= (100.000 x 0,0001)*(numero lotti)

1 LOTTO = 10$, 2 LOTTI 20$ e così via
1 MINILOTTO = 1$, 2 MINILOTTI = 2$ e così via
1 MICROLOTTO = 0,10$, 2 MICROLOTTI =  0,20$ e così via

 

VALUTE CON NUMERATORE USD

ES:
USDCAD, USDCHF,  Ecc.

Valore del pip (per ogni lotto standard)= 10 / Quotazione del cross.
Esempio USDCAD  = 10 / 1.31348 (QUOTAZIONE USDCAD) = 7,61$ Valore di un Pip

1 LOTTO = 7,61$, 2 LOTTI 15,22$ e così via
1 MINILOTTO = 0,761$, 2 MINILOTTI = 1,522$ e così via
1 MICROLOTTO = 0,076$, 2 MICROLOTTI =  0,152$ e così via

USDJPY, AVENDO 3 DECIMALI HA UNA FORMULA LEGGERMENTE DIVERSA
Valore del pip (per ogni lotto standard)= 1000 / Quotazione del cross.
Esempio USDJPY  = 1000 / 124.230 (QUOTAZIONE USDJPY) = 8,049$ Valore di un Pip

 

INCROCI DI VALUTE (CROSS RATE)

ES:
AUDCAD, EURGBP, NZDGBP  Ecc.

La prima cosa che devi sapere, è come determinare  la QUOTAZIONE DI BASE del cross di cui vuoi conoscere il valore del pip.

È  molto semplice: la quotazione base, è USD sulla seconda valuta del cross principale.
ES: 
NZDGBP =  
dove NZD è la 1ª valuta, e GBP  è la 2ª valuta.  Quindi la seconda valuta sarà USDGBP
AUDCAD = USDCAD
EURGBP = GBPUSD Ecc.

Valore del pip (per ogni lotto standard)= 10 / Quotazione di base (se USD è la prima valuta)
Valore del pip (per ogni lotto standard)= 10 /*Quotazione di base (se USD è la seconda valuta)
ES: 
USDCAD  = 10 / 1.31348 (QUOTAZIONE USDCAD) = 7,61$ Valore di un Pip
ES:
NZDUSD = 10 * 0.66214 (QUOTAZIONE NZDUSD) = 6,62$ Valore di un Pip

1 LOTTO = 7,61$, 2 LOTTI 15,22$ e così via
1 MINILOTTO = 0,761$, 2 MINILOTTI = 1,522$ e così via
1 MICROLOTTO = 0,076$, 2 MICROLOTTI =  0,152$ e così via

ES:
NZDJPY = USDJPY

USDJPY, AVENDO 3 DECIMALI HA UNA FORMULA LEGGERMENTE DIVERSA
Valore del pip (per ogni lotto standard)= 1000 / quotazione USDJPY
Esempio USDJPY  = 1000 / 124.230 (QUOTAZIONE USDJPY) = 8,049$ Valore di un Pip

 

Mi raccomando.
Entra in posizione rispettando sempre un coretto Money Management, calcolando il tuo rischio massimo per trade, in funzione del valore di un Pip!

0

Tradare il prezzo senza indicatori – Price Action

Posted by:

In questo webinar, scoprirai come Tradare il prezzo senza indicatori, e ottenere risultati di gran lunga superiori.

PERCHE’ NON BISOGNA USARE INDICATORI?

1) Un indicatore, si crea in funzione del prezzo, quindi per definizione arriva sempre in leggero ritardo.

2) Un indicatore, distrae dal prezzo, se il grafico ti da un segnale di prezzo e l’indicatore no, ecco che subentra il dubbio, e si finisce per dare retta all’indicatore.

3) Più indicatori, riducono lo spazio sul monitor, quindi il prezzo si vede sempre meno.

4) SEMPLICEMENTE SERVONO A RALLENTARE L’APPRENDIMENTO

5) Qualsiasi strategia basata sugli indicatori, funziona solo in una determinata fase di mercato. Quindi prima o poi è perdente per un certo determinato periodo di tempo.

6) IL PREZZO NON MENTE MAI!

Questi sono solo alcuni dei motivi, per cui non bisogna utilizzare gli indicatori, ma anzi, bisogna impegnarsi a imparare a leggere il prezzo, tra l’altro in questa maniera, inconsciamente, si imparerà il comportamento di ogni singolo strumento finanziario, quindi lo si conoscerà, cosa indispensabile in questo lavoro.

Buona visione a tutti.

6
Page 1 of 2 12