HCI CYCLE INDICATOR (EVOLUTION)

HCI CYCLE INDICATOR EVOLUTION, è un indicatore appositamente ideato per individuare i macro e mini cicli economici che influenzano i mercati finanziari.

BREVI ACCENNI DIDATTICI

CHE COS’È UN CICLO? Per ciclo, si intende una serie di eventi che si ripetono nello stesso ordine. Più questi eventi sono regolari e duraturi nel tempo e più sono prevedibili, quindi non più considerabili una coincidenza.

I cicli, sono presenti ovunque in natura.

Facciamo alcuni esempi:

  • L’universo in cui viviamo è evidentemente soggetto alle forze cicliche che lo governano. Un esempio sono i periodi di rivoluzione dei pianeti intorno al sole che hanno una durata regolare e dunque prevedibile.
  • Le stagioni terrestri, hanno una durata regolare di circa 6 mesi e anch’esse sono prevedibili.
  • Il suono, è risaputo essere formato da onde sinusoidali regolari e misurabili.
  • Un sasso lanciato in uno specchio d’acqua, produce onde che si espandono non in modo casuale ma calcolabile e prevedibile in quanto ciclico.

Di esempi se ne potrebbero fare a centinaia e quando integrerai l’analisi ciclica ai mercati, navigherai i giro per il web alla ricerca di conoscenza sui cicli in natura. Te lo posso assicurare che lo farai!

E I MERCATI? Anche i mercati non possono sfuggire alla legge della ciclicità e quindi si muovono all’interno di cicli temporali duraturi, prevedibili e quindi non casuali!

 

Nel grafico sottostante, è rappresentato l’indice americano Dow Jones, dal 1910 al 2020

110 anni di storico, non sono nel modo più assoluto opinabili.

Sono evidenziati 12 cicli con una durata media di 9.6 anni. Il ciclo più corto di 8 anni e quello più lungo di 12 (ti invito a fare il conto per verificare)

L’analisi ciclica dei mercati, porta la statistica dalla nostra parte cosa che in modo ancor più evidente, il solo prezzo non può fare.

Il detto ”il prezzo sconta tutto”, è fuorviante e causa di perdita di denaro. Il Dow Jones, sale da 110 anni e il prezzo non ha mai fornito informazioni previsionali.


Grafico Dow Jones

Ora verrà mostrato come l’analizzare ciclicamente i mercati, sia fondamentale per ridurre al massimo i falsi segnali che anche la migliore delle strategie di analisi tecnica purtroppo genera.

Conoscere in anticipo cosa su base statistica farà il prezzo, permette di posizionarsi a mercato dalla parte corretta al primo segnale di conferma.

Questo, consente di poter vendere in prossimità dei massimi assoluti e comprare in prossimità dei minimi assoluti, ossia, quello che tutti i libri di analisi tecnica scrivono essere impossibile.

Nel grafico sottostante (1), è rappresentato l’indice francese CAC40. Un bravo trader avrebbe diligentemente aspettato la rottura di 3 trendline ribassiste, lavorato al rialzo il rimbalzo sulla quarta con ovvia conferma del cambio di direzione.

Successivamente, lo sviluppo del prezzo avrebbe generato un altro ottimo segnale.

  1. rimbalzo sul livello 61.8 di fibonacci,
  2. falso break-out della trendline rialzista
  3. pin-bar con corpo sopra alla trend-line ribassista e coda lunga l’80% della candela

Ingresso long corretto da un punto di vista tecnico.

Grafico 1

Nel grafico (2) allo stesso indice è stata aggiunta la componente ciclica.

Sono visibili 2 cicli della durata di 10 giorni ( 223 candele sul Time Frame H1)

Il ciclo di sinistra è quello di riferimento, il ciclo di destra è la prima proiezione di una sequenza ciclica (identico al precedente).

È evidente come il segnale rialzista, perfetto tecnicamente, non si sarebbe mai dovuto prendere perchè nel pieno di una fase ribassista e prossimo ad un massimo ciclico. Questa fondamentale informazione, è invisibile al trader che utilizza solo l’analisi tecnica per le proprie decisioni operative.


Grafico 2

Ora che hai letto la breve parte didattica, ti sarà sicuramente chiara l’importanza dell’analisi ciclica durante il processo decisionale nella tua attività di investitore.

Ti sarà anche chiaro come sia errato quello che si legge e si sente dire sul web a proposito di tale metodologia; non sostituisce l’analisi tecnica ma la rende più efficace riducendo di molto la parte discrezionale che spesso porta a errori che come hai visto, sono evitabili.

L’INDICATORE HCI CYCLE INDICATOR (EVOLUTION)

HCI CYCLE INDICATOR (evolution) ti da la possibilità di tracciare un ciclo principale e i suoi sottocicli. In questo modo non dovrai tracciare più cicli ma in soli 3 click avrai la proiezione del probabile futuro movimento del prezzo.

L’utilizzo è molto semplice e intuitivo.

È sufficiente individuare il ciclo che vuoi lavorare e in automatico viene tracciata la proiezione grafica futura che in maniera chiara ti segnalerà quando con grande probabilità si formeranno i nuovi swing di mercato.

L’indicatore fornisce informazioni indispensabili sia per un’operatività intraday che multiday.

La proiezione ciclica, si presta molto bene nel lavorare con:

  • Livelli di Fibonacci
  • Trendline
  • Supporti e resistenze
  • Medie mobili (cicliche o tradizionali)
  • Volumi
  • Volume profile
  • Strategia doji con Hekin-Ashi

Tutti i segnali generati dall’analisi tecnica con gli strumenti sopra indicati (e molti altri), assumeranno un valore affidabile oltre al 90% se applicati su massimi e minimi ciclici.

COME SI PRESENTA L’INDICATORE

L’indicatore si presenta come un pannello suddiviso in una parte superiore ed una inferiore ed entrambi spostabili in qualsiasi punto dello schermo.

Inoltre, i pannelli sono riducibili ad icona (utile per gli schermi più piccoli)

Il pannello contiene i seguenti pulsanti

  1. Pulsante per tracciare il ciclo e flag per farlo sparire ed apparire dal grafico
  2. Pulsanti per regolare con precisione la lunghezza (periodo) del ciclo
    • Numero di sottocicli (peaks)
    • Numero di proiezioni (Number Cycle)
    • Inclinazione cicli  (Trend Up/Down)
  3. Campi editabili per evidenziare fino a 3 EMA (2 di default ma modificabili)
  4. Flag per attivare le FLD
  5. Pulsanti per attivare le envelopes
    • Campi per selezionare l’ampiezza delle envelopes
  6. Flag per selezionare fino a 10 FLD
    • Campi per impostare il giusto valore delle envelopes

MINICORSO DI ANALISI CICLICA

Nel corso trovi nel dettaglio:
  • come individuare il ciclo dominante
  • come settare i sottocicli
  • come tracciare le trendline
  • come settare le medie mobili cicliche
  • come fare profitti con l’indicatore
  • segnali di ingresso basilari

Nell’area riservata, troverai anche il file contenente i cicli da cercare, la loro durata media, la durata minima e massima per ogni ciclo.

Praticamente il lavoro già fatto per te.

FUNZIONI DELL’INDICATORE